Se continuerete ad usare flysaa.com accetterete implicitamente i Termini e le condizioni del nostro sito e l'Informativa sulla privacy nonché autorizzerete l'Uso dei Cookies durante l'intera vostra permanenza sul sito.

  • Quando pianifichi la tua vacanza, ricordati di controllare tutti i requisiti sanitari necessari per l’ingresso nel paese di destinazione. A seguito dell’alto numero di casi di febbre gialla e altre malattie infettive, il Dipartimento degli Affari Interni del Sud Africa ha introdotto un severo programma di controllo della diffisione di queste malattie. Tutti gli Ufficiali di Confine e le Missioni per gli Affari Esteri sono stati avvertiti della necessità di mettere in atto un controllo più severo.

    Nota bene: in Sud Africa il vaccino contro la febbre gialla è ora valido per tutta la vita.

    Secondo i Regolamenti Sanitari Internazionali del 2005, è richiesto un certificato internazionale che dimostri l’avvenuto vaccino contro la febbre gialla, a tutti i seguenti viaggiatori:

    • Di età superiore ad un anno
    • Provenienti da un paese a rischio di contagio da febbre gialla, oppure
    • Che sono stati in transito per 12 ore o più, in un aeroporto localizzato in un paese a rischio di contagio da febbre gialla.

    I viaggiatori che, all’arrivo in Sud Africa, non sono in possesso di un certificato internazionale di vaccinazione valido, subiranno le seguenti conseguenze:

    • Saranno messi sotto sorveglianza in quarantena fino a quando il certificato prenderà validità o per un periodo non più lungo di 6 giorni, oppure  
    • Verrà loro impedito l’ingresso in Sud Africa  
    • Nota bene: non sarà richiesto il certificato ai viaggiatori che sono stati in transito a Dakar e Accra e non sono sbarcati dall’aeromobile.

    Il certificato che dimostra l’avvenuta vaccinazione contro la febbre gialla prende validità e garantisce protezione 10 giorni dopo la data della vaccinazione. 
    Ai viaggiatori provenienti da Zambia, Tanzania, Eritrea, Somalia, Sao Tome e Principe non è più richiesta la presentazione del certificato di vaccinazione contro la febbre gialla all’arrivo in Sud Africa, in quanto questi paesi sono ora nella lista dell’Organizzazione Mondiale della Sanità come paesi a basso rischio. 

    Nel caso di dubbio sulla necessità del vaccino contro la febbre gialla, o per prendere appuntamento per effettuare una vaccinazione, siete pregati di contattare qualsiasi filiale della SA Netcare Travel Clinic.

    Lista di paesi per i quali è necessario presentare un certificato di vaccinazione contro la febbre gialla per l’ingresso in Sud Africa: ultimo aggiornamento 2017. 

    Africa 

    Africa 

    America centrale e del Sud

    Angola

    Guinea

    Argentina

    Benìn

    Guinea Bissau

    Bolivia

    Etiopia

    Kenia

    Brasile

    Burundi

    Liberia

    Colombia

    Camerun

    Mali

    Ecuador

    Africa centrale

    Mauritania

    Guyana francese

    Ciad

    Niger

    Guyana

    Congo

    Ruanda

    Panama

    Costa d’Avorio

    Senegal

    Paraguay

    Repubblica democratica del Congo

    Sierra Leone

    Perù

    Guinea Equatoriale

    Sud Sudan

    Suriname

    Gabon

    Sudan

    Trinidad e Tobago

    Gambia

    Togo

    Venezuela

    Ghana

    Uganda

     

     

    Nigeria

     

    Paesi a basso rischio di contrarre il virus della febbre gialla: Eritrea, Sao Tome, Somalia, Tanzania, e Zambia.
    È consigliabile assicurarsi che il proprio certificato di vaccinazione contro la fabbre gialla sia aggiornato e valido prima di viaggiare verso/da, o prima di transitare attraverso questi paesi.

     

    Informazioni sulla febbre gialla

    La febbre gialla è una malattia infettiva causata da un virus trasmesso attraverso la puntura di una zanzara infetta. È presente nell’Africa subsahariana e nel Sud America Tropicale e ha un periodo di incubazione dai 3 ai 5 giorni. Segnali e sintomi includono febbre, dolori muscolari con evidenti dolori alla schiena e alla testa, brividi, perdita di appetito, nausea e vomito, e nella fase tossica, febbre molto alta e ripercussioni su numerose parti del corpo, incluse insufficienza epatica e ittero.

    SAA ha collaborato con il Dipartimento Sanitario e Regolamenti Sanitari Internazionali del Sud Africa per produrre queste informazioni. SAA non è in alcun modo responsabile per i regolamenti. Di tanto in tanto verranno apportate delle modifiche o aggiornamenti, tuttavia, SAA non si prende alcuna responsabilità per eventuali inesattezze nel contenuto.

  • La malaria miete più di 1 milione di vittime ogni anno, principalmente nella zona dell'Africa Sub-Sahariana. I sintomi includono febbre e mal di testa, con i casi più gravi che sfociano in stato comatoso o decesso. I sintomi possono manifestarsi dopo appena 7 giorni dall'arrivo in una zona colpita da malaria ma anche fino a 9 mesi dopo la partenza. La sintomatologia è di solito lieve nelle prime fasi della malattia:

    • Dolori generalizzati
    • Mal di testa
    • Tosse
    • Febbre
    • Diarrea

    Si consiglia di iniziare ad assumere medicinali di profilassi prima della visita in una zona malarica. Rivolgersi al proprio medico o ad uno studio esperto in malattie di viaggio per saperne di più sulla natura e sulla somministrazione dei seguenti farmaci:

    • Dossiciclina
    • Malanila
    • Mefliam
    • Malarone
    • Primachina
  • Il rischio di Ebola è ritenuto di livello basso in Sudafrica.  

    Per saperne di più.

  • La disinfestazione è permessa in accordo con la legge internazionale per proteggere la salute pubblica, l’agricoltura e l’ambiente. L’Organizzazione Mondiale della Sanità e l’Organizzazione Internazionale dell’Aviazione Civile adottano due approcci nella disinfestazione degli aeromobili – (1) spruzzare un insetticida spray all’interno della cabina quando i passeggeri sono a bordo, (2) oppure spruzzare o trattare le superfici degli interni dell’aeromobile con un insetticida residuale (metodo residuale) mentre i passeggeri non sono a bordo. 

    Per ulteriori informazioni visitare il seguente sito web: https://www.transportation.gov/airconsumer/spray

  • Sciogli i muscoli e le articolazioni con questi semplici esercizi di stretching. Puoi effettuarli al tuo posto, ma assicurati che il sedile sia in posizione verticale. Ricordati di rispettare lo spazio personale dei tuoi compagni di viaggio.

    • Piedi: Fate ruotare le caviglie - 20 volte per piede
    • Gambe: Partendo da una posizione in cui il piede è poggiato a terra, sollevate lentamente le gambe verso l'alto, cercando di avvicinarle al petto il più possibile. Riportate lentamente il piede a terra e ripetete l'esercizio per tre volte.
    • Ginocchia: Stringete le ginocchia e le cosce e irrigidite i muscoli dei glutei. Contate fino a cinque trattenendo la posizione, quindi rilassateli e ripetete l'esercizio cinque volte.
    • Mani: Stringete il bordo del vostro poggiabraccia, contate fino a cinque e rilassate i muscoli. Ripetete l'esercizio dieci volte.
    • Braccia: Tendete le braccia, quindi piegatele all'altezza del gomito e avvicinate gli avambracci al vostro petto, lentamente. Tendetele di nuovo e ripetete l'esercizio cinque volte.
    • Spalle: Stringete le spalle, quindi allentate lentamente la presa e rilassate i muscoli. Ripetete l'esercizio cinque volte.
    • Collo: Muovete la testa lentamente verso la vostra spalla destra e mantenete la posizione. Fate lo stesso verso la spalla sinistra e mantenete la posizione. Muovete lentamente il mento verso il basso, mantenete la posizione e rilassate i muscoli. Ripetete l'esercizio tre volte.

    Vi raccomandiamo di eseguire questi esercizi per favorire il benessere durante i voli, in particolare, durante quelli a lungo raggio.

Sciogli i muscoli e le articolazioni con questi semplici esercizi di stretching. Puoi effettuarli al tuo posto, ma assicurati che il sedile sia in posizione verticale. Ricordati di rispettare lo spazio personale dei tuoi compagni di viaggio.